Il turismo esperienziale è un nuovo modo di concepire il viaggio che sta prendendo sempre più piede. La vacanza non viene più vista solo come un momento di relax, ma come un’occasione per vivere delle esperienze che possono arricchire dal punto di vista culturale, sociale ed emotivo. Come abbiamo visto in un precedente approfondimento dedicato al turismo 4.0, oggi i turisti cercano viaggi personalizzabili sulla base dei loro interessi e delle loro esigenze. Vediamo allora esempi e applicazioni pratiche del turismo esperienziale.

Turismo esperienziale: significato

Qual è il significato di turismo esperienziale? Si tratta di un turismo diverso da quello di massa in cui il viaggiatore vuole essere il protagonista della propria vacanza. Spesso il turismo esperienziale viene accostato allo Slow Tourism, ovvero al “turismo lento”, che tuttavia è più legato alla salvaguardia dell’ambiente, della cultura e delle tradizioni.

Il turismo esperienziale è un fenomeno in crescita, grazie a tutti i turisti che durante i loro viaggi desiderano vivere esperienze autentiche a contatto con le persone, la storia, la natura e le tradizioni dei luoghi che visitano. Il turismo esperienziale può essere un grande opportunità anche per la tua struttura ricettiva perché ti permette di acquisire nuovi clienti e di aumentare le prenotazioni.

Turismo esperienziale: esempi

Ecco alcuni esempi di turismo esperienziale:

  • il turismo enogastronomico, che comprende attività come la visita a cantine e aziende che realizzano prodotti tipici, con degustazioni guidate da esperti, ma anche cooking class che permettono ai turisti di cucinare piatti tradizionali;
  • il turismo naturalistico, che consente di praticare tantissime attività come il trekking a piedi o a cavallo, il cicloturismo, il rafting, le escursioni in barca e il pescaturismo;
  • il turismo religioso, che consiste nella visita di luoghi sacri, molti dei quali sono anche luoghi di interesse culturale e storico, oltre che religioso;
  • il turismo archeologico, finalizzato alla visita di siti archeologici dove sono stati scoperti luoghi e reperti risalenti all’antichità;
  • il turismo culturale, che riguarda la visita a siti e la partecipazione ad eventi che hanno un valore storico e culturale.

Come fare turismo esperienziale?

Vediamo ora come puoi fare turismo esperienziale per il tuo hotel. Per attirare turisti interessati a questo tipo di vacanza, puoi organizzare visite culturali, cooking class, degustazioni, escursioni, attività legate allo sport e al benessere.

Puoi creare dei pacchetti ad hoc in base a quello che offre il territorio dove si trova la tua struttura ricettiva. Pertanto, nel tuo piano di marketing turistico devi assolutamente includere delle iniziative legate al turismo esperienziale.

Infine, per sfruttare al meglio le potenzialità del turismo esperienziale, avrai bisogno di strumenti all’avanguardia come quelli di Serenissima Informatica. Attraverso i nostri software, gestionali e PMS possiamo soddisfare le esigenze di qualsiasi struttura ricettiva. In particolare, con il nostro nuovo software Guezzt puoi sviluppare efficaci campagne di direct marketing e aumentare le prenotazioni dirette senza bisogno di intermediari.