La crescita della competitività e le nuove tecnologie digitali hanno creato nuove sfide e opportunità per le PMI.

Per essere competitive in un mercato in continua evoluzione, le piccole e medie imprese devono partire dalla pianificazione strategica aziendale, lo strumento attraverso il quale vengono definite risorse e azioni da intraprendere per raggiungere gli obiettivi.

Il piano strategico aziendale: le fasi iniziali

Per iniziare la pianificazione strategica aziendale è necessario definire l’identità organizzativa della PMI partendo da questi tre elementi:

  • Mission: l’espressione dello scopo dell’impresa, perché essa esiste, qual è il suo fine e in cosa si differenzia dalle altre aziende concorrenti.
  • Vision: l’insieme degli obiettivi di lungo periodo, la visione generale del mercato e il ruolo dell’azienda nel contesto economico e sociale.
  • Values: le idee, i modi di agire e gli attributi che la PMI ritiene importanti e che influenzano le azioni intraprese dall’organizzazione.

Dopo aver definito l’identità organizzativa della PMI è necessario analizzare:

  • L’ambiente esterno: analizzando tutte le opportunità e le minacce del business
  • L’ambiente interno: i punti di forza e di debolezza dell’organizzazione
  • La situazione attuale: la panoramica delle performance della PMI stabilita dal monitoraggio dei KPI

Queste tre analisi permettono di raccogliere i dati necessari per stabilire obiettivi e traguardi da raggiungere.

Pianificazione strategica aziendale: fasi e tempistiche

Dopo aver definito le fasi preliminari, possiamo iniziare a pianificare la strategia aziendale.

Il piano strategico aiuta il management a definire azioni, mezzi, budget e processi necessari per raggiungere gli obiettivi stabiliti.

La pianificazione si differenzia in tre diversi livelli definibili in base ai periodi di esecuzione:

  • Pianificazione strategica: che trasforma la mission aziendale in obiettivi da raggiungere a lungo termine. Si tratta di una pianificazione fortemente orientata verso il futuro dell’impresa.
  • Pianificazione tattica: dove obiettivi e azioni si riferiscono a un periodo di medio termine, in genere da uno a cinque anni.
  • Pianificazione operativa: utilizzata nel caso di obiettivi e azioni da attuare in un periodo molto breve, in genere non superiore a un anno.

Ogni modello si riferisce a tempistiche diverse, ciascuna con differenti livelli di difficoltà di creazione e applicazione.

Una volta individuato il tipo di pianificazione, le fasi da seguire per la pianificazione sono:

  1. fotografia della situazione di partenza e della possibile evoluzione dell’azienda
  2. SWOT Analysis: dove vengono esaminati i punti di forza e debolezza dell’impresa
  3. Definizione e stesura degli obiettivi e delle strategie
  4. Approvazione da parte del management
  5. Esecuzione e monitoraggio del disegno strategico approvato

Perché è necessario pianificare una strategia nelle PMI

Portare la pianificazione strategica aziendale all’interno delle PMI porta numerosi vantaggi, sia a livello operativo e gestionale che a livello strategico.

Una pianificazione efficace permette di:

  • Reagire prontamente ai mutamenti del mercato
  • Impostare la direzione da seguire stabilendo obiettivi realistici e coerenti
  • Prendere decisioni in modo accurato e sulla base di dati analitici
  • Rimanere presenti e competitivi all’interno del mercato
  • Aumentare la redditività e la quota di mercato
  • Differenziare il business
  • Aumentare la retention

Le soluzioni di Serenissima Informatica

Serenissima Informatica propone ai suoi clienti software gestionali Microsoft per le piccole e medie imprese.

Con Microsoft Dynamic 365 Business Central è possibile rispondere in modo semplice ed efficace a tutte le esigenze del mercato e dei clienti e pianificare la propria strategia aziendale attraverso l’analisi dei dati forniti da Microsoft Power BI è semplice.

Microsoft Power BI unifica le analisi self-service e aziendali su una singola piattaforma, consentendo a tutte le persone dell’organizzazione di prendere decisioni informate basate sui fatti, anche da dispositivi mobili.

Dai dati, alle informazioni dettagliate fino alle azioni concrete: con Microsoft Power Platform, che combina Power BI con Power Apps e Power Automate è possibile creare con facilità applicazioni aziendali e automatizzare i flussi di lavoro.

L'interoperatività tra i prodotti della suite migliora la collaborazione fra i team e la condivisione di informazioni dettagliate permette di avere un'esperienza familiare e intuitiva grazie all'aspetto e al funzionamento analogo delle altre tecnologie Microsoft 365 già in uso.