“Finita la pandemia ci troviamo di nuovo con il tema della sostenibilità, in particolare nelle grandi città d’arte, dei flussi turistici”.

Sono queste le parole il ministro del turismo italiano Massimo Garavaglia interviene al Palazzo di Vetro durante l’Assemblea Generale delle Nazioni Unite.

Garavaglia afferma che l’Italia ha portato all’ONU proposte concrete, come quella della gestione dei flussi attraverso gli strumenti digitali.

Usando il digitale, possiamo gestire con intelligenza i flussi turistici, distribuirli meglio durante tutto l’anno e incrementare anche la durata e la sostenibilità stessa dei nostri beni”.

La tecnologia per innalzare la qualità del turismo

“Di fatto” prosegue il ministro “abbiamo già praticamente chiuso la partita sull’efficientamento energetico che è quello che serve di più per innalzare la qualità delle strutture ricettive”.

A supporto degli hotel italiani i recenti bandi e finanziamenti provenienti dal PNNR hanno dato una boccata di ossigeno finanziario e hanno contribuito a favorire la transizione digitale delle strutture ricettive.

Il ministro del turismo aggiunge però che “tanto si può fare ancora per il digitale”.

Basti pensare quindi all’aiuto che gli hotel possono trovare in altri incentivi come il credito d’imposta o come la formazione agevolata fornita da aziende certificate come Serenissima Informatica.

Grazie alla certificazione ISO 9001, Serenissima Informatica eroga servizi di formazione per i propri clienti del settore hospitality che possono risparmiare fino al 50% dei costi per la formazione del personale.