Il voucher digitale è un contributo che il Ministero dello Sviluppo Economico (MiSE) ha previsto per sostenere la digitalizzazione delle PMI italiane.

Negli ultimi anni l’evoluzione tecnologica e digitale ha subito una forte accelerazione, portando dei cambiamenti che influiscono sulla vita delle persone, ma soprattutto sulla vita delle imprese che, per rimanere sempre competitive, devono innovare costantemente sia i prodotti sia i processi di gestione e produttivi.

A chi è destinato il voucher digitale

Il voucher per la digitalizzazione può essere richiesto da micro, piccole e medie imprese, costituite in qualsiasi forma giuridica e con qualsiasi regime contabile. L’importante è che risultino iscritte nel Registro delle Imprese.

Il voucher digitale può essere uno strumento utile per digitalizzare la tua azienda con un notevole risparmio economico.

Se vuoi innovare la tua impresa, puoi scegliere le soluzioni di Serenissima Informatica, che dal 1948 si occupa di progettare, realizzare e installare software gestionali per PMI, oltre a fornire servizi IT che vanno dall’analisi proattiva dei sistemi informativi alla sistemistica IT fino all'hosting e al cloud.
Scopri subito come richiedere il voucher digitale PMI, per utilizzarlo al meglio.

Bando voucher digitale: come partecipare

Il voucher digitalizzazione viene dato a tutte le piccole e medie imprese italiane iscritte alla CCIAA provinciale di riferimento, a patto che non siano implicate in controversie, procedure concorsuali o di fallimento.

Il bonus per la digitalizzazione viene stabilito in base al capitale complessivo dell’azienda, all’entità dell’adeguamento tecnologico a cui l’azienda deve far fronte e alle sue possibilità di investimento.

Attraverso il voucher si possono finanziare fino al 50% delle spese totali da sostenere.
Per richiederlo è necessario presentare la domanda per partecipare al bando voucher digitale per via telematica sul portale
Invitalia.

Bonus digitalizzazione PMI: cosa è possibile fare

L’importo del bonus digitalizzazione PMI può variare a seconda dei casi e può raggiungere i 10.000 euro per l’aggiornamento tecnologico delle imprese.
Si tratta di un incentivo a fondo perduto e può essere utilizzato per l’acquisto di software, hardware e/o servizi specialistici che consentono di:

  • migliorare l’efficienza aziendale
  • modernizzare l’organizzazione del lavoro mediante l’utilizzo di strumenti tecnologici e forme di lavoro flessibile, tra cui il telelavoro
  • sviluppare soluzioni di e-commerce
  • usufruire della connettività a banda larga e ultra-larga o del collegamento alla rete internet attraverso la tecnologia satellitare
  • realizzare interventi di formazione qualificata del personale nel campo ICT

Grazie al voucher digitale tutti questi interventi possono godere di detrazioni e agevolazioni per permettere alle imprese italiane di competere con maggior incisività sul mercato nazionale e internazionale.

Voucher digitalizzazione PMI: come utilizzarlo

Come anticipato, puoi utilizzare il voucher per digitalizzazione delle PMI per l’acquisto di software, hardware e consulenze che consentano alla tua impresa di migliorare la propria efficienza e modernizzare l’organizzazione del lavoro mediante l’utilizzo di strumenti tecnologici

Se desideri un partner unico e affidabile per la digitalizzazione della tua impresa, da Serenissima Informatica puoi trovare l’esperienza e la competenza che servono alla tua azienda per vincere la sfida dell’innovazione.